Il rapper siciliano Mirko Miro presenta il nuovo singolo “Fisime” (prodotto da Mhodì Records). Tabù e fobie come non le avete mai “ascoltate”, in un cocktail di musica, immagini e riflessioni.

Accettare di raccontare le nostre paure, i nostri limiti e i nostri tabù è il primo passo per superare i vari ostacoli che la nostra mente c’impone […]

No, non sono i consigli dello psicologo di turno e neanche quelli di santoni, guru e del solito Osho. Le sincere parole di Mirko Miro, rapper catanese, nel presentare il nuovo singolo “Fisime”, spiazzano come il suo stesso brano che racconta uno spaccato di vita quotidiana, alle prese con fobie e paranoie. L’artista ha deciso di farlo così: “in musica, il mondo che mi è più congeniale”. Dopo il successo di “Crisantemi e Rose”, (colonna sonora del film denuncia “Malarazza” del regista Giovanni Virgilio), Mirko Miro si presenta al mondo con un brano che segna probabilmente il punto di rottura con la tradizione precedente del rap, una svolta dettata da tematiche introspettive, alla portata di tutti, trattate con dissacrante ironia. Sì, perché, in fondo, potremmo invitarlo a sedersi sul divano di casa e raccontargli le nostre paure più ancestrali e lui con la musica riuscirebbe a restituirci la terapia adeguata, scherzando sopra sulle sue e sulle nostre fobie. Fino ad oggi cosa ci ha raccontato il rap? Criminali, donne abusate, droga, soldi, pessimi genitori, amici cattivi e belle macchine. Mirko Miro ci parla di “fisime”! Le fobie degli spazi chiusi, la mancanza di qualcosa, le ansie che ci perseguitano ogni giorno, le fissazioni che limitano la nostra vita, tutte racchiuse in un singolo orecchiabile, frizzante e giovanile che anziché farci incazzare ancora di più (una delle prerogative del rap moderno) ci fa l’effetto dello Xanax (noto, ansiolitico) e in più ci fa ballare e battere il tempo. La particolarità di “Fisime” è proprio la semplicità e la portata che offre quando si appresta ad entrare nelle case degli ascoltatori.

Published On: / Categories: News, vecchie storie / Tags: , , /